Stato dell'America Centrale

Costa Rica
Veduta della costa del parco nazionale Manuel Antonio
Localizzazione
Costa Rica - Localizzazione
Stemma e Bandiera
Costa Rica - Stemma
Costa Rica - Bandiera
Capitale
Governo
Valuta
Superficie
Abitanti
Lingua
Religione
Elettricità
Prefisso
TLD
Fuso orario
Sito web

Costa Rica è uno Stato dell'America Centrale.

Da sapereModifica

Il richiamo turistico della Costa Rica si fonda sui suoi numerosi centri balneari ma soprattutto su una trentina di parchi nazionali, più un'altrettanto nutrita serie di riserve naturali, certamente molti per un paese di così piccola taglia.

I parchi sono sotto il controllo del Ministero dell'Ambiente e dell'Energia. L'Ente delegato alla loro amministrazione è il SINAC. Quelli più visitati sono il parco del vulcano Arenal, anche se il vulcano appare dormiente dal 2010 e il parco costiero Manuel Antonio, frequentato soprattutto da villeggianti costaricensi.

La Costa Rica è stata uno dei pionieri dell'ecoturismo ed è tutt'ora riconosciuta come una delle poche destinazioni internazionali che presenti autentiche opzioni di eco-turismo.

Sparse quasi ovunque, sono numerose sorgenti termali il cui uso è spesso completamente gratuito. Le più famose tra queste sorgenti sono situate alle falde del vulcano Arenal.

Il turismo è la principale fonte di reddito in valuta estera per l'economia del paese. Nel 2014 è stato raggiunto un nuovo record di 2.526.817 visitatori, cresciuti del 5,5% l'anno successivo. Nella classifica dell'Indice di competitività dei viaggi e del turismo 2017, la Costa Rica occupa il 38° posto su scala mondiale ed è al quarto posto tra i paesi dell'America Latina.

La maggior parte dei visitatori stranieri proviene da Stati Uniti e Canada (67,5%) e dai paesi dell'Unione Europea (16%).

Cenni geograficiModifica

 
Immagine satellitare della Costa Rica che ne mette in risalto i caratteri fisici

La Costa Rica è grande all'incirca quanto Lombardia, Piemonte e Valle d'Aosta messi insieme. Confina a nord con il Nicaragua e a sud con lo stato del Panama. È bagnata dal Pacifico ad ovest, sud-ovest e dall'Atlantico a est, nord-est.

Il possesso della Isola del Cocco, (Isla del Coco) rende la Costa Rica il paese più meridionale dell'America centrale. L'isola è infatti situata a una latitudine di 5° 31′41″ N, a metà strada tra le coste della terraferma e le isole Galapagos (Ecuador).

Il territorio è cosparso di vulcani ed è un susseguirsi di cordigliere che vanno dal confine con il Nicaragua a quello con Panama. Al centro si trova l'altopiano detto valle centrale dove è situata la capitale e altre città coloniali.

  • Cordigliera di Guanacaste — Va dal confine con il Nicaragua e si sviluppa per un centinaio di km in direzione sud-est. Vi si innalzano i coni vulcanici di Orosi, Rincón de la Vieja, Santa María, Miravalles e Tenorio.
  • Cordigliera de Tilarán — Lunga una cinquantina di km, la Cordigliera de Tilarán è costituita dai coni vulcanici di Chato ed Arenal. Alle falde di quest'ultimo sta l'omonimo lago artificiale.
  • Cordigliera Vulcanica Centrale — Lunga 76 km, la Cordigliera Vulcanica Centrale è formata dai quattro coni vulcanici di Poás, Irazú, Barva e Turrialba.
  • Cordigliera di Talamanca — Estesa dalla capitale fino ai confini con Panama, la cordigliera di Talamanca è la più elevata dell'America Centrale: la sua massima altezza è rappresentata dal "Cerro Chirripó" di 3.820 m.

Il paese ha circa 200 vulcani, di cui cinque attivi: Irazú, Poás, Arenal, Rincón de la Vieja e Turrialba. Il vulcano più alto è il vulcano Irazú (3432 metri sul livello del mare).

I cicli eruttivi più importanti sono stati quelli dell'Irazú (1963-1965), dell'Arenal (1968-2010), del Turrialba (2014-2019) e del Poás (2016-2019).

La Costa Rica è un paese altamente sismico: la maggior parte dei terremoti sono causati dall'interazione delle placche Cocos e Caribe, oltre che da faglie minori. Alcuni dei terremoti con il maggiore impatto sono stati: i terremoti di Santa Monica o Cartago (1910), Alajuela (1990), Limón (1991), Parrita (2004), Cinchona (2009) e Nicoya (2012).

Tra i fiumi con rilevanza anche turistica vanno menzionati:

  • Río Pacuare — Il fiume è tributario dell'Atlantico ed è lungo 133 km. Ha le sue sorgenti nella catena montuosa di Talamanca, a 3000 metri sul livello del mare, percorre le pianure dei Caraibi centrali, entra nella provincia di Limón, e sfocia nel mar dei Caraibi, tra la Boca del Parismina e la laguna di Urpiano, I suoi affluenti sono i fiumi Siquirres, Surú, Peje e Piedras Blancas. Per l'esuberanza della vegetazione che lo circonda, il Pacuare costituisce un'importante attrazione turistica ed è adatto al rafting per le numerose rapide che forma durante la sua discesa verso le pianure caraibiche.
  • Río Sarapiquí — Il fiume nasce nella laguna di Botos del vulcano Poás, a 2708 mslm. ed è tributario del Mar dei Caraibi. Ha una lunghezza di 85 km e tra i suoi principali affluenti figurano il fiume Sucio e il fiume Toro. Si distingue per la bellezza del paesaggio, la ricchezza di flora e fauna. La sua importanza come via di trasporto fluviale va dall'epoca preispanica. Oggi il Río Sarapiquí è percorso da uno stuolo di canoisti anche dilettanti.

Quando andareModifica

Dicembre-aprile è il miglior periodo per un soggiorno. Le piogge sono meno frequenti che non nel periodo successivo (maggio-novembre).

Cenni storiciModifica

La Costa Rica è riuscita ad evitare la violenza che ha flagellato per decenni gli altri paesi centro-americani. Nel 1949 José Figueres Ferrer abolì l'esercito. Tra gli ultimi presidenti della Costa Rica, emerge la figura di Osar Arias Sánchez. Durante il suo primo mandato (1986-1990) formulò un piano di pace che venne accolto da tutti i paesi dell'America Centrale. Per questa sua azione fu poi insignito del premio Nobel per la Pace. Fu rieletto presidente 20 anni più tardi il 5 febbraio 2006.

Territori e mete turisticheModifica

La Costa Rica è suddivisa in 7 province, a loro volta divise in cantoni e successivamente in distretti.

Prendendo a prestito, come al solito, criteri geografici adattati ai fini precipui di una guida turistica, è possibile suddividere la Costa Rica nelle seguenti regioni turistiche.

      Valle centrale della Costa Rica — La regione centrale comprende la capitale e diverse città coloniali. I primi coloni europei si insediarono nella valle attratti dai suoli straordinariamente fertili e vi fondarono diverse haciendas da cui, sul finire del XVIII secolo, si svilupparono vere e proprie città (Alajuela, Cartago, Heredia, ecc.).
      Costa Rica centrale sul Pacifico — Sede di ben note spiagge della Costa Rica e parchi nazionali. Forse una delle parti più orientate al turismo della Costa Rica insieme a Guanacaste.
      Provincia di Guanacaste — La "zona secca" della Costa Rica, con poche piogge qualsiasi in periodo dell'anno, favolose spiagge e mare da surf, ed alcuni grandi parchi forestali e vulcanici a nord del confine col Nicaragua.
      Provincia di Limón — La regione meno visitata del paese, a causa del suo relativo isolamento (e zanzare). Tuttavia, ci sono grandi opportunità per il rafting e di avvistamento di tartarughe marine. Ci sono pure molte belle spiagge.
      Costa Rica settentrionale — Regione montuosa scarsamente popolata ma bella. Più famosa per Arenal, il suo vulcano attivo, e per le sorgenti termali circostanti, laghi vulcanici e foreste pluviali.
      Costa Rica meridionale sul Pacifico — Uno degli ambienti più ricchi di biodiversità del pianeta, pieno di flora e fauna esotiche ed endemiche, ed alcune delle più belle e remote spiagge tropicali del globo.

Centri urbaniModifica

  • 1 Alajuela — Cittadina coloniale molto vicina all'aeroporto internazionale Juan Santamaría.
  • 2 Cartago — Capitale della Costa Rica durante gli anni coloniali e l'inizio della Repubblica fino al 1823.
  • 3 Fortuna — Cittadina agricola, La Fortuna è diventata famosa nel 1968, quando il vicino vulcano Arenal cominciò a dar segni di risveglio e da allora ha accolto un numero sempre maggiore di turisti intenzionati a godersi lo spettacolo, senza dubbio migliore dei fuochi d'artificio. Se i bagni di folla non sono di vostro gradimento potete sempre ripiegare su uno dei villaggi intorno non sepolti dalla lava come El Castillo.
  • 4 Liberia — Capoluogo della provincia di Guanacaste, Liberia è un posto per mandriani (sabaneros), poco affascinante se si è vegetariani e disinteressati al folclore ranchero ma grazie al suo aeroporto internazionale con voli anche dall'Europa, Liberia costituisce il miglior accesso per le spiagge del golfo di Papagayo e della penisola di Nicoya o anche ad aree naturali come il Rincón de la Vieja", una coppia di vulcani, coperti di vegetazione tropicale.
  • 5 Puerto Limón — Il maggior centro sulla costa del Mar dei Caraibi.
  • 6 San José — Capitale della Costa Rica dal 1823 e ancora oggi maggior centro del paese.
  • 7 San Vito — Un piccolo centro fondato da coloni italiani nel 1952. Dista 15 km da Río Sereno, il valico di confine con Panama.

Altre destinazioniModifica

Aree naturali protette

  • 1 Parco nazionale Cahuita (Parque nacional Cahuita) — Istituito con lo scopo primario di tutelare la barriera corallina antistante la costa del Mar dei Caraibi, Cahuita è uno splendido parco a circa un'ora in auto da Puerto Limón o da Puerto Viejo de Talamanca. È un posto straordinario dove impiegare le giornate in escursioni, avvistamento di animali, nel nuoto o in altri sport acquatici.
  • 2 Parco nazionale Chirripó (Parque nacional Chirripó) — Famoso perché comprende la vetta più alta della Costa Rica, il cerro Chirripó (3.821,25 m s.l.m.), visibile dalla Panamericana nel tratto in cui questa attraversa estese e monotone piantagioni di palme.
  • 3 Parco nazionale Manuel Antonio (Parque Nacional Manuel Antonio) — Distante appena 150 km da San José, Manuel Antonio è il parco che comprende il tratto centrale della costa del Pacifico. :È un posto che accoglie molti villeggianti d'estate (a Natale) venuti qui dalle città della valle centrale per godersi spiagge e paesaggi marini tra i più belli del paese e dedicarsi a immersioni subacquee, pesca sportiva e a una vita notturna piuttosto allegra.
  • 4 Parco nazionale Tortuguero (Parque nacional Tortuguero) — Una densa giungla che si estende fino alla riva sul mar dei Caraibi. Numerosi anche i canali che possono essere risaliti in barca.
La maggiore attrazione di Tortuguero è costituita dalle tartarughe (da cui il nome) che a migliaia vengono a deporre le uova sul litorale nel periodo aprile-maggio ma c'è molta fauna da vedere nel resto dell'anno.
  • 5 Parco nazionale Vulcano "Rincón de la Vieja" (Parque Nacional Volcán Rincón de la Vieja) — Distante appena una trentina di km dalla città di Liberia, Rincón de la Vieja comprende una coppia di vulcani, ricoperti di vegetazione tropicale da cui spuntano vari tipi di orchidee. È un parco molto meno visitato di quello, non distante, del Vulcano Arenal.
  • 6 Parco nazionale del Corcovado (Parque Nacional Corcovado) — Situato nella remota penisola di Osa, il Corcovado è un parco non facile da raggiungere e non facile da visitare in quanto manca di strutture e di centri abitati, il che ha contribuito a tenere lontane le folle di turisti.
I pochi che possono permettersi il lusso di visitare il parco, potranno contare su spiagge incontaminate, su una fauna diversificata, fantastiche escursioni e notti trascorse in tenda.
  • 7 Riserva della foresta nebulosa di Monteverde (Reserva biológica Bosque Nuboso Monteverde) — Riserva privata costituita al 90% da foresta vergine. Vanta anche una grande varietà di orchidee (più di 500 specie di cui 34 originarie della Riserva di Minteverde.
  • 8 Vulcano Arenal — Il più visitato dei parchi della Costa Rica. Le falde del vulcano sono ammantate da bellissime varietà di flora tropicale e piante uniche. L'acqua calda sulfurea fuoriesce in molteplici rivoli alimentando stabilimenti termali.
La zona presenta anche un lago dello stesso nome e una serie di cascate (La Fortuna).

Isole

  • 9 Isola del Cocco (Isla del Coco) — Remota e disabitata isola al largo della costa pacifica, a 532 km da Cabo Blanco, destinata a parco nazionale ed inserita dall'UNESCO nella lista di siti qualificati come Patrimonio Mondiale dell'Umanità. La prima scena del film Jurassic Park, quella in cui si vede un piccolo elicottero sorvolare un'isola coperta di lussureggiante foresta, con ripide vette che scendono a picco nelle limpide acque azzurre, è stata girata qui. Quella scena ha trasformato il parco nazionale più remoto della Costa Rica in una delle mete più ambite dell'immaginario collettivo di tutto il mondo.

Sono 26 i parchi nazionali della Costa Rica.

Centri balneari

  • 10 Jacó — Un centro balneare che può contare su una spiaggia lunga circa 4 km e sulla sua relativa vicinanza alla capitale San José. Più che per bagnanti Jacó è adatta a surfisti.
  • 11 Nosara — Tra le molte e belle spiagge della penisola di Nicoya, quelle del litorale di Nosara presentano dal 2017 il più rapido sviluppo. Erano un tempo frequentate esclusivamente da espatriati costaricensi cui si aggiunsero presto frotte crescenti di nordamericani e australiani, uniti dalla passione per il surf.
  • 12 Puerto Viejo de Talamanca — Un villaggio sul mar dei Caraibi molto vivace che piace molto a giovani senza pretese, paghi di dedicarsi ai loro sport preferiti (surf soprattutto) e a beach party notturni. Nelle vicinanze c'è anche un centro di riabilitazione dei giaguari (Centro de Rescate de Vida Silvestre “Jaguar”).


Come arrivareModifica

In aereoModifica

I voli dall'Europa sono effettuati da Air France (da Parigi–Charles de Gaulle), Iberia (da Madrid) e da Lufthansa (da Francoforte). KLM gestisce un volo solo stagionale da Amsterdam.
Voli per altre città centro-americane sono effettuati da Copa Airlines e Avianca, la compagnia di bandiera.    

In autoModifica

 
Il vecchio ponte di Sixaola

La "carretera Panamericana" costituisce il principale asse viario del paese e si snoda per circa 520 km sul versante del Pacifico ma a distanza dalla costa toccando la valle centrale e la capitale San José. Ai suoi estremi stanno i due valichi di frontiera riportati di seguito.

  • 1 Peñas Blancas — È il posto di frontiera con il Nicaragua. Aperto dalle 08:00 alle 18:00. Non è permesso l'ingresso dei veicoli noleggiati in Nicaragua.

Sono molti i servizi di autobus internazionali per destinazioni nei paesi confinanti (Panama e Nicaragua) e nei più lontani Guatemala, El Salvador ed Honduras. I prezzi sono ragionevoli e il viaggio confortevole ma occorre prenotare con largo anticipo. Fra le migliori autolinee è "Ticabus". Un viaggio da San José a Città di Panama costava 5 0$ A/R nel 2009. Gli autobus coprono la distanza fra le due capitali in circa 8 ore.

Altri valichi sulla frontiera con Panama sono:

  • 3 Sixaola / Guabito — Sul versante dei Caraibi, Sixaola è un ponte piuttosto stretto che non è percorso da autobus di linea e sarete costretti ad attraversarlo a piedi. Potrebbe sembrare adatto per coloro che desiderano andare da Puerto Viejo de Talamanca all'arcipelago caraibico Bocas de Toros (Panama) ma comporta un certo strapazzo.
  • 4 Río Sereno — Più a monte e molto poco frequentato.
Dal lato panamense, il villaggio più vicino è Volcan, a circa 45 minuti dal confine. Volcan è alle falde del vulcano Baru, la vetta più alta di Panama, ed è ottima per gli appassionati di attività all'aria aperta. Viene spesso paragonata alla vicina cittadina di Boquete, ma è turisticamente meno sviluppata e ha prezzi più ragionevoli.

Per attraversare la frontiera dalla Costa Rica a Panama avete bisogno:

  • 2 copie del passaporto.
  • Prova del viaggio di ritorno nel vostro paese di residenza (biglietto aereo).
  • $ 500 o estratti conto bancari o una carta di credito per dimostrare la disponibilità di fondi sufficienti (3 mesi).
  • $ 8 per pagare la tassa di uscita dal Costa Rica. Pagabile anche in Colones.


Come spostarsiModifica

In aereoModifica

Due sono le compagnie che effettuano voli domestici: Sansa e Nature Air

In autoModifica

Lo stato delle strade non è nelle migliori condizioni e richieda estrema prudenza. Per una somma variabile dai 350 ai 700 $ si può noleggiare una jeep a 4 ruote motrici per una settimana, una buona soluzione se si desidera visitare luoghi remoti durante la stagione delle piogge, epoca in cui la condizione delle strade non è delle migliori. Il prezzo include l'assicurazione, molto cara in Costa Rica. Una jeep è comunque utile anche nella stagione secca soprattutto se si vogliono visitare spiagge appartate della penisola di Nicoya.

Cosa vedereModifica

 
Basilica di Nuestra Señora de los Ángeles a Cartago.


Cosa fareModifica

Immersioni subacqueeModifica

I migliori fondali marini sono

  • 1 islas Santa Catalina
  • 2 Islas Murciélago
  • 3 Islas Negritos
  • 4 Isla Uvita

Lo snorkeling può risultare molto meno gratificante delle immersioni per il fatto che l'acqua di superficie è raramente limpida.

RaftingModifica

 
Rafting sul Río Toro (La Fortuna, Arenal
 
Ridiscesa del Río Pacuare

Le rapide sono grintose durante la stagione delle piogge (da giugno a ottobre) ma molto meno impetuose durante la stagione asciutta (novembre-maggio).

Da Arenal si può ridiscendere lo spumeggiante Río Balsa (Classe II-III) o il Río Toro (Classe III-IV).

Più a est, il fiume Sarapiquí offre un eccellente rafting fino a Puerto Viejo de Talamanca che può durare più giorni

Altrettanto rinomato è il rafting sul fiume Pacuare facile da percorrere nel primo tratto ma con un alto grado di difficoltà nei tratti successivi.

La ridiscesa del fiume presenta anche un notevole interesse paesaggistico al punto che la rivista National Geographic ha inserito il Pacuare tra le migliori escursioni fluviali al mondo.

Turismo termaleModifica

La Fortuna (Vulcano Arenal) ha il maggior numero di alberghi con trattamenti termali. Un indirizzo famoso è il 1 Tabacón Grand Spa Thermal Resort. ma in zona sono sorti molti altri alberghi con SPA di tutte le categorie.

Appena dopo aver oltrepassato l'albergo Tabacón stanno le sorgenti termali dove ci si può bagnare senza pagare nulla.

Con così tanti vulcani, le sorgenti termali sono numerose ma non sono sfruttate da stabilimenti e alberghi.

Valuta ed acquistiModifica

La valuta nazionale è il colón costarricano (CRC). Qui di seguito i link per conoscere l'attuale cambio con le principali monete mondiali:

(EN) Con Google Finance: AUD CAD CHF EUR GBP HKD JPY USD
Con Yahoo! Finance: AUD CAD CHF EUR GBP HKD JPY USD
(EN) Con XE.com: AUD CAD CHF EUR GBP HKD JPY USD
(EN) Con OANDA.com: AUD CAD CHF EUR GBP HKD JPY USD


A tavolaModifica

  • Gallo pinto — Piatto nazionale costaricense, il gallo pinto si ottiene facendo saltare cipolle finemente tritate insieme a coriandolo, dopodiché si aggiungono fagioli ai quali viene mescolato il riso.
  • Casado — Letteralmente la parola "casado" significa "accasato", ovvero "sposato". È un piatto tipico del pranzo di mezzogiorno ed è costituito dai soliti fagioli e riso mescolati con carne (anche di pollo) o pesce accompagnati da insalata.

In Costa Rica abbonda la frutta tropicale: i banchi dei mercati sono stracolmi di cas, zapote, banane, mamoncilli, manghi, guaiave, grandiglie e tamarindi, solo per ricordarne alcuni.

Infrastrutture turisticheModifica

Ben sette complessi alberghieri della Costa Rica sono apparsi tra i primi 15 del centro e Sud America nella classifica dalla rivista Condé Nast del 2012.

I complessi sono

  • Xandari Resort and Spa,
  • Four Seasons Resort Costa Rica nella Peninsula Papagayo,
  • Hotel Punta Islita,
  • El Silencio Lodge and Spa,
  • Los Sueños Marriott Ocean and Golf Resort,
  • Arenas del Mar
  • Westin Playa Conchal, Resort and Spa a Playa Conchal.

La classifica si basa su sondaggi tra gli abbonati della rivista, che valutano la qualità delle camere, del servizio, del cibo, della posizione, del design e delle attività del resort.

Due hotel sono stati scelti anche dai lettori della rivista tra i primi 5 in Centro America, l'Hotel Grano de Oro a San José e Hotel Villa Caletas a Puntarenas Central Pacific.

Eventi e festeModifica


SicurezzaModifica


Situazione sanitariaModifica


Rispettare le usanzeModifica


Come restare in contattoModifica



Altri progetti

Stati dell'America del Nord

  Antigua e Barbuda ·   Bahamas ·   Barbados ·   Belize ·   Canada ·   Costa Rica ·   Cuba ·   Dominica ·   El Salvador ·   Giamaica ·   Grenada ·   Guatemala ·   Haiti ·   Honduras ·   Messico ·   Nicaragua ·   Panama[1] ·   Repubblica Dominicana ·   Saint Kitts e Nevis ·   Saint Lucia ·   Saint Vincent e Grenadine ·   Stati Uniti d'America ·   Trinidad e Tobago[2]

Dipendenze danesi:   Groenlandia

Dipendenze francesi:   Clipperton ·   Guadalupa ·   Martinica ·   Saint-Barthélemy ·   Saint-Martin ·   Saint-Pierre e Miquelon

Dipendenze olandesi:   Aruba[2] ·   Curaçao[2] ·   Sint Maarten ·   Isole BES (Bonaire[2], Sint Eustatius, Saba)

Dipendenze britanniche:   Anguilla ·   Bermuda ·   Isole Cayman ·   Isole Vergini britanniche ·   Montserrat ·   Turks e Caicos

Dipendenze statunitensi:   Porto Rico ·   Isole Vergini americane · USA  Navassa

Stati marginalmente centro-nordamericani:   Venezuela (Aves · Arcipelago di San Andrés, Providencia e Santa Catalina)

  1. Stato con parte del proprio territorio in America del Sud
  2. 2,0 2,1 2,2 2,3 Stato o dipendenza fisicamente sudamericano ma generalmente considerato centro-nordamericano sotto il profilo antropico
  Bozza: l'articolo rispetta il template standard e ha almeno una sezione con informazioni utili (anche se di poche righe). Intestazione e piè pagina sono correttamente compilati.