stato dell'Europa meridionale
Europa > Città del Vaticano

Città del Vaticano
Basilica di San Pietro
Localizzazione
Città del Vaticano - Localizzazione
Stemma e Bandiera
Città del Vaticano - Stemma
Città del Vaticano - Bandiera
Capitale
Governo
Valuta
Superficie
Abitanti
Lingua
Religione
Prefisso
TLD
Fuso orario

La Città del Vaticano (in latino Status Civitatis Vaticanæ) è il più piccolo stato indipendente del mondo, situato nel centro della città di Roma.

Da sapereModifica

Cenni geograficiModifica

Il cuore della Città del Vaticano è la Piazza San Pietro, sulla quale si affaccia l'omonima basilica, la cui cupola domina il territorio del piccolo Stato.

All'interno delle mura medievali e rinascimentali che circondano, eccetto piazza San Pietro, l'intera area, si trovano il Palazzo Apostolico, il Palazzo del Governatorato, i Musei Vaticani, i Giardini Vaticani e altri edifici minori.

Il colle Vaticano, che non fa parte dei tradizionali sette colli di Roma, venne inserito nei confini della città sotto il pontificato di Leone IV, fautore dell'ingrandimento delle mura cittadine (848-852), allo scopo di proteggere la basilica di San Pietro. Fino alla formazione dello Stato della Città del Vaticano (istituito con i Patti Lateranensi nel 1929), il Colle Vaticano era incluso all'interno del rione Borgo.

Quando andareModifica

Qualunque periodo dell'anno va bene per visitare questo stato, a maggior ragione se si vogliono visitare la basilica di San Pietro ed i Musei Vaticani; per il giardino, invece, è bene evitare l'inverno (ed anche l'estate, se non si sopporta il caldo).

Cenni storiciModifica

Lo Stato della Chiesa fu annesso al Regno d'Italia nel 1870, quando i bersaglieri penetrarono in Roma attraverso la breccia di Porta Pia, astenendosi dall'occupare militarmente il solo rione Borgo. Il territorio lasciato al Pontefice si restrinse ulteriormente nei giorni successivi alla sola cerchia delle mura leonine, per richiesta dello stesso cardinale segretario di stato, Giacomo Antonelli, che paventava problemi di ordine pubblico e si faceva portavoce del rifiuto di Pio IX a diventare una sorta di sovrano di un solo rione.

Col Regio Decreto del 9 ottobre 1870 n. 5903 Roma fu proclamata capitale d'Italia e fu soppresso il potere temporale dei papi. Pio IX non dette né adesione né consenso all'occupazione italiana e nemmeno alla legge delle Guarentigie, che fu proclamata unilateralmente dallo Stato occupante, nell'intento di mantenere e garantire l'indipendenza spirituale del Papa e la prosecuzione della sua missione religiosa; egli si considerò prigioniero in Vaticano, e non ne uscì mai più, pur continuando a esercitare il pontificato. Nacque così la questione romana, che tormentò i rapporti tra Regno d'Italia e Chiesa cattolica per 59 anni.

Ci furono lunghe trattative diplomatiche, durante le quali fu più volte ipotizzata la costituzione di un nuovo Stato, la cui estensione, a seconda delle proposte, variava dalla sola area a disposizione del Papa sin dall'ottobre 1870, a un territorio esteso fino al mare o che comprendesse almeno un accesso al Tevere, come garanzia della possibilità di raggiungere i fedeli fuori d'Italia senza percorrere territorio italiano; o comunque si ipotizzava un territorio non troppo minuscolo che giungesse fino a Villa Doria Pamphilj. Tali ultime ipotesi vennero infine meno sia per la decisione di Mussolini di non cedere porzioni significative di territorio italiano sia per il timore di Pio XI di essere eccessivamente distolto da problemi temporali. La Questione fu infine risolta l'11 febbraio 1929, quando i due Alti Contraenti firmarono i Patti Lateranensi, con i quali si riconobbero reciprocamente il carattere di indipendenza e di sovranità.

Il trattato lateranense è l'atto istitutivo dello Stato della Città del Vaticano, con il quale l'Italia riconosce al Papa la piena sovranità e indipendenza sulla sola ed esclusiva parte del territorio della città di Roma compreso nella cerchia delle Mura Leonine, oltre che sulla Piazza San Pietro. Questo territorio, pur estremamente ridotto, è riconosciuto a livello internazionale e assicura così l'indipendenza sovrana della Santa Sede rispetto a qualsiasi altro potere politico. La convenzione finanziaria fornì i mezzi per l'autonomia economica della nuova formazione statale.

Nel 1948 i Patti furono riconosciuti nell'articolo 7 della Costituzione della Repubblica Italiana.

Lingue parlateModifica

L'unica lingua ufficiale è l'italiano (il latino è lingua liturgica), per ovvi motivi è conosciuto da alcuni anche l'inglese; a causa della presenza delle guardie svizzere sono presenti anche francofoni e germanofoni.


Territori e mete turisticheModifica

 
Mappa della Città del Vaticano, all'interno di Roma


Come arrivareModifica

Tranne che in casi eccezionali (inviti papali) bisogna poter accedere all'Italia per accedere alla Città del Vaticano, dato che tutti i valichi di frontiera terrestri sono accessibili solo dall'Italia e non vi sono collegamenti marittimi ed aerei diretti con gli altri stati.

Requisiti d'ingressoModifica

Sebbene Città del Vaticano non faccia parte né dell'Unione europea e né dell'Area Schengen, a tutti i cittadini italiani, e più in generale a tutti quelli appartenenti ad un altro Stato dell'Area Schengen, è consentito l'ingresso tramite carta d'identità valida per l'espatrio o passaporto in corso di validità, gli altri dovranno dimostrare di essere entrati regolarmente in Italia (o altro stato Schengen se l'ingresso è avvenuto non in Italia).

Dal 2012 anche i minorenni devono essere muniti di carta d'identità per lasciare il suolo nazionale e devono essere accompagnati da almeno uno dei genitori indicati in tale documento; in assenza dei genitori il minore deve avere una "dichiarazione di accompagno" da loro firmato e convalidato dagli organi competenti, in cui si indica la persona o l'ente a cui il minore sarà affidato.

In aereoModifica

  Per approfondire, vedi: Aeroporti in Italia.
  • 1 Eliporto di Città del Vaticano (Portus helicopterorum Civitatis Vaticanae). La Città del Vaticano non ha aeroporti ma possiede solamente un piccolo eliporto, ubicato nei Giardini Vaticani. Viene utilizzato dal pontefice per brevi tragitti oppure dai capi di stato in visita a Città del Vaticano. Gli aeroporti più vicini sono l'aeroporto di Roma-Fiumicino e l'aeroporto di Roma-Ciampino.    

In autoModifica

È presente un parcheggio dove poter lasciare l'automobile per poi proseguire a piedi.

In naveModifica

Il porto più vicino è a Civitavecchia, da lì si dovrà proseguire su altro mezzo fino al confine di stato.

In trenoModifica

Esiste un servizio ferroviario diretto ma è occasionale, normalmente si accede arrivando alle stazioni di Roma San Pietro (RFI), Ottaviano e Cipro (metropolitana di Roma) e da lì proseguendo a piedi fino al confine di stato.

In autobusModifica

Si possono usare le linee 19, il 32, il 40 Express, il 62, il 64 dell'ATAC di Roma per arrivare.

Come spostarsiModifica

Le ridottissime dimensioni permettono di visitare l'intero stato a piedi.


Cosa vedereModifica

  •  1 Basilica di San Pietro in Vaticano (Basilica Vaticana), +39 06 69883731, fax: +39 06 69885518.   Lun - Dom 7:00-18:30. Contiene all'interno tra le molte opere anche la statua Pietà di Michelangelo.    
  •  2 Musei Vaticani, Viale Vaticano, +39 0669884676.   Lun-sab 09:00-16:00; ultima dom del mese 09:00-12:30; chiusura I, II e III domenica del mese. Fanno parte dei Musei Vaticani, la Cappella Sistina di Michelangelo con i dipinti del "Giudizio Universale" e "La creazione di Adamo", il Museo Missionario Etnologico, il Museo Gregoriano Egizio, il Museo Gregoriano Etrusco, la Pinacoteca e le Stanze di Raffaello.    
  • 3 Castel Sant'Angelo, Lungotevere Castello, 50, 00193, Roma, +39 06 6819111, @ .
  • 4 Passetto di Borgo. Passaggio pedonale sopraelevato lungo circa 800 m, che collega il Vaticano con Castel Sant'Angelo.    
  • 5 Chiesa di Sant'Anna dei Palafrenieri, Via Sant'Anna, 00120, Città del Vaticano, +39 06 6988 3265. Chiesa del XVI secolo.    
  • 6 Chiesa di Santo Stefano degli Abissini, Via delle Fondamenta, 00120, Città del Vaticano.    
  • 7 Chiesa di Sant'Egidio a Borgo, Via del Pellegrino, 00120, Città del Vaticano. Chiesa del XIII secolo.    
  • 8 Chiesa di San Pellegrino in Vaticano, Via del Pellegrino, 00120, Città del Vaticano. Chiesa del VIII secolo secolo.    
  • 9 Chiesa dei Santi Martino e Sebastiano degli Svizzeri, 00120, Città del Vaticano. Chiesa del XVI secolo.    
  • 10 Chiesa di Santa Maria Regina della Famiglia, Via del Governatorato, 00120, Città del Vaticano. Chiesa del XX secolo, adiacente al Palazzo del Governatorato.    
  • 11 Chiesa di Santa Maria della Pietà in Camposanto dei Teutonici, Via della Sacrestia, 00120, Città del Vaticano. Chiesa del XV secolo.    
  • 12 Piazza San Pietro, Piazza San Pietro, 00120, Città del Vaticano.    

ItinerariModifica

  • Via Carolingia — Itinerario europeo che attraversa i luoghi percorsi dalla corte di Carlo Magno tra l'VIII e il IX secolo per recarsi da Aquisgrana a Roma, dove papa Leone III incoronò il sovrano carolingio imperatore del Sacro Romano Impero nella notte di Natale dell'800.
  • 13 Giardini Vaticani, Via Paolo VI, 29, 00120, Città del Vaticano, +39 06 69884676.


Cosa fareModifica

I cattolici potranno pregare nella basilica di San Pietro ed assistere alle funzioni religiose che si terranno in loco mentre chi non è interessato alle attività religiose potrà visitare i musei e i giardini, oltre alla visita semplice delle chiese; nel mese di dicembre viene registrato il Concerto di Natale nell'Aula Paolo VI, che è solo parzialmente in territorio vaticano.

Valuta e acquistiModifica

Paesi che hanno l'euro come moneta ufficiale:

La valuta nazionale è l'euro (€, EUR). Si tratta di uno dei 25 Paesi europei che utilizzano questa valuta comune: molti facenti parte dell'Unione Europea in particolare dell'eurozona, insieme ai 6 membri extracomunitari che però non hanno voce in capitolo negli affari della zona euro. Globalmente questi 25 Paesi hanno una popolazione di oltre 330 milioni.

Un euro è diviso in 100 centesimi. Secondo la normativa europea il simbolo € è sempre posto dopo la quantità (per esempio 15€). Tutte le banconote hanno esattamente la stessa fattura e tutte hanno corso legale in tutti i Paesi della zona euro.

  • Banconote — Tutte le banconote hanno esattamente lo stesso design.
  • Monete — Tutti i Paesi della zona euro hanno monete emesse con un disegno nazionale su un lato e un disegno comune sul lato opposto. Le monete possono essere utilizzate in qualsiasi paese dell'Area Euro, indipendentemente dal disegno usato (cioè una moneta di 1 Euro della Finlandia può essere utilizzata in Portogallo).
  • Monete commemorative da 2 euro — Queste sono disponibili in due varianti: la forma comune e il conio commemorativo. In questo caso differiscono dalle normali monete da 2 euro solo nella loro parte "nazionale" e circolano liberamente come moneta a corso legale. Ogni paese può produrne una certa quantità come parte della sua normale produzione di monete e qualche volta "a livello europeo" le monete da 2 euro sono prodotte per commemorare eventi speciali (ad esempio, l'anniversario dei trattati più importanti).
  • Altre monete commemorative — La variante molto più rara è relativa alle monete commemorative di altri importi (ad esempio 10 euro o più) che hanno i disegni del tutto particolari e spesso contengono quantità non trascurabili di oro, argento o platino. Sebbene a livello prettamente legale il loro valore sia quello nominale, il valore del materiale utilizzato è di solito molto più alto, pertanto sarà molto improbabile vederle in circolazione.

Qui di seguito i link per conoscere l'attuale cambio con le principali monete mondiali:

(EN) Con Google Finance: AUD CAD CHF GBP HKD JPY USD
Con Yahoo! Finance: AUD CAD CHF GBP HKD JPY USD
(EN) Con XE.com: AUD CAD CHF GBP HKD JPY USD
(EN) Con OANDA.com: AUD CAD CHF GBP HKD JPY USD


A tavolaModifica

Non esiste una cucina tradizionale vaticana, le tradizioni secolari sviluppatesi nel territorio del precedente Stato della Chiesa sono rimaste in quei territori, ora appartenenti all'Italia.

Infrastrutture turisticheModifica


Eventi e festeModifica


SicurezzaModifica

Il livello di sicurezza è bene o male paragonabile a quello presente nella zona di Roma immediatamente confinanti; a Piazza San Pietro c'è il rischio di scippi e borseggi.


Situazione sanitariaModifica

  • 3 Farmacia Vaticana, Via di Porta Angelica (Ingresso Porta Sant'Anna, dietro l'ufficio postale), +39 06 69889806, fax: +39 06 69885361, @ .   Lun-Ven 8:30 - 18:00 (8:30 - 15:00 a luglio ed agosto), Sab 8:30 - 13:00. Unica farmacia dello stato, è nota per la vendita di farmaci non disponibili nella confinante Italia ed i prezzi concorrenziali (dal 12 al 25% in meno); non vende, però, prodotti che siano contrari alla morale cattolica, come contraccettivi, farmaci abortivi, farmaci contenenti sildenafil o marijuana, mentre sono disponibili anche prodotti di bellezza e profumi. I residenti in Italia possono ordinare farmaci non in commercio in Italia ed averli al proprio domicilio con un fax al numero +390669885426 o un messaggio di posta elettronica all'indirizzo spedizioni.farmacia@scv.va e pagandoli al corriere in contanti o tramite assegno.


Rispettare le usanzeModifica

Evitare di entrare negli edifici chiusi con un abbigliamento eccessivamente scollato (in alcuni di essi è esplicitamente vietato). Inoltre, essendo uno stato cattolico, è meglio evitare commenti o battute scomode di qualunque tipo sulla religione. Se si è appartenenti alla comunitá LGBTQ+ è meglio evitare di rivelare apertamente il proprio orientamento sessuale/la propria identitá di genere o di discutere insistentemente di omosessualità dato che nella Cittá del Vaticano viene vista comunemente come "immorale" (basta pensare che i lavoratori vaticani che si dichiarano gay vengono subito cacciati dallo stato). Allo stesso modo meglio evitare di parlare insistentemente di altri argomenti sensibili come aborto, prostituzione e utero in affitto che vengono anch'essi giudicati male dal Vaticano.

Come restare in contattoModifica

PosteModifica

Lo stato ha un proprio servizio postale, che effettua anche spedizioni internazionali ed ha 4 uffici fissi più uno mobile.

TelefoniaModifica

Gli operatori italiani hanno piena copertura del territorio, pertanto chi è loro cliente non avrà costi di roaming mentre gli altri saranno soggetti o alla regola del roam like at home o alle normali regole di roaming.

InternetModifica

Non esistono Internet cafè e le poche connessioni di rete fissa presenti non sono accessibili ai turisti, pertanto si potrà navigare solo avvalendosi delle reti mobili italiane.

Tenersi informatiModifica

Vatican Media è l'ente radiotelevisivo di stato, la radio è ricevibile solo in tecnica digitale mentre una frequenza con reti tv (di cui una codificata) e radio è ricevibile sia nel territorio statale che a Roma e dintorni; L'Osservatore Romano, invece, è il quotidiano della Santa Sede, disponibile anche in Italia.

Altri progetti

Stati d'Europa

  Albania ·   Andorra ·   Armenia[1] ·   Austria ·   Azerbaigian[2] ·   Belgio ·   Bielorussia ·   Bosnia ed Erzegovina ·   Bulgaria ·   Cipro[1] ·     Città del Vaticano ·   Croazia ·   Danimarca ·   Estonia ·   Finlandia ·   Francia ·   Georgia[2] ·   Germania ·   Grecia ·   Irlanda ·   Islanda ·   Italia ·   Lettonia ·   Liechtenstein ·   Lituania ·   Lussemburgo ·   Macedonia del Nord ·   Malta ·   Moldavia ·   Principato di Monaco ·   Montenegro ·   Norvegia ·   Paesi Bassi ·   Polonia ·   Portogallo ·   Regno Unito ·   Repubblica Ceca ·   Romania ·   Russia[3] ·   San Marino ·   Serbia ·   Slovacchia ·   Slovenia ·   Spagna ·   Svezia ·   Svizzera ·   Ucraina ·   Ungheria

Stati de facto indipendenti:   Abcasia[2] ·   Artsakh[1] ·   Cipro del Nord[1] ·   Doneck ·   Kosovo ·   Lugansk ·   Ossezia del Sud[2] ·   Transnistria

Dipendenze danesi:   Fær Øer

Dipendenze britanniche: Regno Unito  Akrotiri e Dhekelia[1] ·   Gibilterra ·   Guernsey ·   Jersey ·   Isola di Man

Stati marginalmente europei:   Kazakistan[3] (Atyrau, Kazakistan Occidentale) ·   Turchia[3] (Tracia orientale)

  1. 1,0 1,1 1,2 1,3 1,4 Stato o dipendenza fisicamente asiatico ma generalmente considerato europeo sotto il profilo antropico
  2. 2,0 2,1 2,2 2,3 Stato con territorio del tutto o in parte in Asia secondo le diverse convenzioni geografiche
  3. 3,0 3,1 3,2 Stato con la maggior parte del proprio territorio in Asia
  Bozza: l'articolo rispetta il modello standard e ha almeno una sezione con informazioni utili (anche se di poche righe). Intestazione e piè pagina sono correttamente compilati.