stato del Sud-est asiatico

Brunei è un piccolo stato dell'Asia sudorientale che si affaccia sul Mar Cinese.

Brunei
Moschea del sultano Saifuddin
Localizzazione
Brunei - Localizzazione
Stemma e Bandiera
Brunei - Stemma
Brunei - Bandiera
Capitale
Governo
Valuta
Superficie
Abitanti
Lingua
Religione
Elettricità
Prefisso
TLD
Fuso orario
Sito web

Da sapereModifica

Un paese non molto raccomandabile come destinazione turistica a seguito dell'introduzione nel 2014 della Shari'a che ha comportato la punizione con pubblica fustigazione per quanti contravvengano alla morale dell'Islam (bere alcolici).

Come se ciò non bastasse, nel marzo del 2019 il Sultanato ha introdotto la pena di morte per lapidazione di adulteri e omosessuali.

I vari slogan che descrivono il Brunei come uno degli Stati più ricchi del mondo grazie al petrolio o i vari rotocalchi che si occupano della vita mondana dei principi della casa reale, potrebbero evocare le immagini di Dubai o del Qatar ma in realtà sono fuorvianti e i viaggiatori che partono con tali aspettative rimarranno probabilmente delusi. Il Brunei non possiede molto in termini di attrazioni turistiche e, sebbene offra trekking nella giungla, le sue riserve naturali non sono strabilianti se paragonate a quelle dei confinanti stati malesi di Sabah e Sarawak.

Cenni geograficiModifica

La piccola nazione è costituita da una pianura costiera assai umida che copre da sola circa il 55% del territorio. Per la restante percentuale il paese si presenta montuoso, in modo particolare ad est, dove si trova, nell'exclave di Temburong al confine con la Malesia, il Monte Bukit Pagon, che con i suoi 1.850 m rappresenta il punto più sopraelevato del paese. L'85% del paese è di natura forestale ed è solcato da due importanti fiumi: il Tembrong e soprattutto il Sungai Belait.

Il clima è di tipo equatoriale caldo-umido con notevoli escursioni termiche tra giorno e notte. Le regioni più interne risentono dell'ambiente continentale e degli alti rilievi, mentre le coste sono più esposte all'azione moderatrice dell'ambiente marino.

Quando andareModifica

 Clima gen feb mar apr mag giu lug ago set ott nov dic
 
Massime (°C) 30 31 32 32 33 32 32 32 32 32 31 31
Minime (°C) 23 23 23 24 24 23 23 23 23 23 23 23
Precipitazioni (mm) 293 159 119 189 235 210 226 227 264 312 340 340

Clima a Bandar Seri Begawan - fonte [1] (2019)

Il periodo migliore per visitare il Brunei è tra marzo e aprile, per poter godere di un clima caldo e secco, infatti è proprio in questo periodo che si registrano le minori precipitazioni annuali. Non sono rare le alluvioni, perciò evitare i periodi piovosi è preferibile.

Cenni storiciModifica

Il periodo di massimo splendore del Sultanato del Brunei si colloca tra il XV e il XVII secolo, quando il suo controllo si estese alle aree costiere del Borneo nord-occidentale e delle Filippine meridionali. Successivamente il sultanato entrò in un periodo di declino causato dalla pirateria, da conflitti interni per la successione al trono e dall'espansione coloniale delle potenze europee. Nel 1888, il Brunei divenne un protettorato britannico. Nel 1929 fu scoperto il primo giacimento di petrolio. Nel 1963 fu offerta al Brunei l'opportunità di entrare a far parte della Malesia come stato federato, ma la proposta fu rifiutata a causa di un disaccordo sull'importo delle sue entrate petrolifere che avrebbero dovuto essere cedute al governo centrale di Kuala Lumpur.

L'indipendenza è stata raggiunta nel 1984. La dinastia attualmente regnante governa il Brunei da oltre sei secoli.

Lingue parlateModifica

La lingua ufficiale nel paese è quella malese scritta sia con l'alfabeto arabo che latino. In ogni caso, anche l'inglese è largamente conosciuto.

Territori e mete turisticheModifica

      Distretto di Brunei-Muara — Cuore del paese dove è situata la capitale Bandar Seri Begawan.
      Distretto di Tutong — Distesa sotto la copertura della foresta vergine, cosparsa di piccole piantagioni.
      Distretto di Belait — Il distretto più occidentale, anche il centro dell'industria petrolifera del paese.
      Distretto di Temburong — Isolato distretto orientale, separato dal resto del paese dal distretto malesiano di Limbang in Sarawak.

Centri urbaniModifica

  • 4.916667114.9166671 Bandar Seri Begawan — La capitale del Brunei e suo maggiore centro turistico.
  • 4.7086115.07392 Bangar   — Città del Tamburong con possibilità di escursioni alle foreste ancora vergini del distretto.
  • 4.5828114.19183 Kuala Belait   — Seconda città più grande del Brunei e valico di frontiera sulla strada per il Sarawak, Malesia.
  • 5.0268115.06934 Muara — Il porto di Bandar Seri Begawan con qualche spiaggia nei paraggi adatta per il picnic di fine settimana.
  • 4.614167114.3302785 Seria   — La capitale dell'industria estrattiva del petrolio cui il Brunei deve la sua ricchezza. Il primo pozzo fu scoperto a Seria nel 1929.

Altre destinazioniModifica

  • 4.478115.2081 Parco Nazionale di Ulu Temburong — Unico parco nazionale del Brunei, Ulu Temburong copre quasi il 40% del distretto di appartenenza ed è visitabile in canoa.


Come arrivareModifica

Requisiti d'ingressoModifica

  Restrizioni sui visti: A causa del boicottaggio di Israele da parte della Lega araba, l'ingresso viene rifiutato ai cittadini israeliani ma non ci sono restrizioni a coloro che hanno nel passaporto timbri o visti per Israele.
 
Requisiti di accesso per il Brunei:
      Brunei
      Visa-free - 90 giorni
      Visa-free - 30 giorni
      Visa-free - 14 giorni
      Visto all'arrivo per 30 giorni
      Visto all'arrivo per 14 giorni
      Visto richiesto in anticipo

Per i cittadini dell'Unione Europea, Svizzera, Liechtenstein, Stati Uniti d'America, Norvegia, Islanda e Regno Unito (esclusi e territori sottoposti) possono entrare senza visto per un massimo di 90 giorni. Per quanto riguarda cittadini Vaticani e di San Marino, nel caso in cui non si possieda una doppia cittadinanza con i paesi sopra elencati, sarà necessario richiedere un visto di ingresso

In aereoModifica

Brunei International Airport è il principale aeroporto del paese. È a 10 km dalla capitale. Al 2010 vi operavano le seguenti compagnie:


Come spostarsiModifica


Cosa vedereModifica

  • 4.889444114.9388891 Moschea di Omar Ali Saifuddien. Maestosa moschea situata nel bel mezzo della capitale del paese, questo edificio venne creato per il 28° sultano del Brunei Omar Ali Saifuddien III e rappresenta ad oggi uno dei più importanti luoghi turistici della nazione. L'enorme moschea risente non solo dell'influenza islamica, ma anche di quella italiana, dovuta al direttore del progetto: l'architetto Rodolfo Nolli. La posizione del luogo è forse ancora più magnifica della stessa moschea. Infatti, si trova su una laguna artificiale, è circondata da alberi, giardini fioriti e fontane. Il suo grande gioiello rimane però la maestosa cupola d'oro di 52 metri di altezza. Davanti alla laguna è anche ancorata una ricostruzione di una maestosa imbarcazione storica dei sultani del Brunei.
  • 4.897778114.9216672 Moschea di Jame'Asr Hassanil Bolkiah. Insieme a quella di Omar Ali Saifuddien, rappresenta una delle due moschee nazionali del Brunei. Dedicata all'attuale sultano ha una capienza di circa 5000 persone ed è dotata di circa 29 cupole dorate.
  • 4.881861114.9685833 Museo Marittimo del Brunei Darussalam. Inaugurato nel 2015 ospita circa 13.000 reperti marittimi. È costituito di circa 3 gallerie, due permanenti e una dedicata alle mostre temporanee. Nella prima galleria si trovano relitti e manufatti marinari del secolo scorso, mentre nella seconda si tratta molto di più l'aspetto di crescita culturale e sociale del Brunei.
  • 4.892697114.9422534 Royal Regalia Museum, +673-2244545. Come tutti gli edifici importanti del Brunei, anche questo museo è dotato di una cupola d'oro dotata di mosaici studiati appositamente per il museo. Il luogo è dedicato al giubileo d'argento del ventinovesimo sultano del Brunei e non a caso, l'esposizione vanta come gioiello, il carro dorato sul quale il sultano si spostò durante i festeggiamenti nel 1992.
  • 4.872031114.9207565 Istana Nurul Iman. Si tratta della residenza privata del sultano. Vanta il primato di essere il palazzo più grande del mondo. Il palazzo è visitabile solamente 3 giorni all'anno, durante i festeggiamenti per la fine del Ramadan, in cui circa 110.000 ospiti visitano il palazzo ricevendo anche denaro per i propri figli. Qui si trovano l'ufficio del primo ministro e la sede del governo del Brunei, ma in realtà è principalmente la casa del sultano. Scrivere di tutte le sue meraviglie sarebbe impossibile, ma per darne un'idea basta pensare che qui sono parcheggiate circa 7000 macchine in 110 garage separati, quasi tutte personalizzate.


Cosa fareModifica


Valuta e acquistiModifica

La valuta nazionale è il Dollaro del Brunei (BND). Qui di seguito i link per conoscere l'attuale cambio con le principali monete mondiali:

(EN) Con Google Finance: AUD CAD CHF EUR GBP HKD JPY USD
Con Yahoo! Finance: AUD CAD CHF EUR GBP HKD JPY USD
(EN) Con XE.com: AUD CAD CHF EUR GBP HKD JPY USD
(EN) Con OANDA.com: AUD CAD CHF EUR GBP HKD JPY USD

Come spese di soggiorno, il Brunei è più o meno alla pari con Singapore, il che significa circa due volte più costoso della confinante Malesia.

A tavolaModifica


Infrastrutture turisticheModifica


Eventi e festeModifica


SicurezzaModifica

Dal 3 aprile 2019 è in vigore un codice penale basato sulla sharia, che punisce i musulmani che non vanno in moschea il venerdì e prevede l'amputazione di una mano e di un piede per chi è condannato per furto e la lapidazione per chi commette adulterio o ha rapporti omosessuali.

Situazione sanitariaModifica


Rispettare le usanzeModifica


Come restare in contattoModifica


Altri progetti


Stati d'Asia

  Afghanistan ·   Arabia Saudita ·   Bahrain ·   Bangladesh ·   Bhutan ·   Birmania ·   Brunei ·   Cambogia ·   Cina ·   Corea del Nord ·   Corea del Sud ·   Emirati Arabi Uniti ·   Filippine ·   Giappone ·   Giordania ·   India ·   Indonesia ·   Iran ·   Iraq ·   Israele ·   Kirghizistan ·   Kuwait ·   Laos ·   Libano ·   Maldive ·   Malesia ·   Mongolia ·     Nepal ·   Oman ·   Pakistan ·   Qatar ·   Singapore ·   Siria ·   Sri Lanka ·   Tagikistan ·   Thailandia ·   Timor Est ·   Turkmenistan ·   Uzbekistan ·   Vietnam ·   Yemen

Stati con riconoscimento limitato:   Stato di Palestina ·   Taiwan

Stati solo fisicamente asiatici[1]:   Armenia ·   Azerbaigian[2] ·   Cipro ·   Georgia[2] ·   Kazakistan ·   Russia ·   Turchia

Stati de facto indipendenti:   Abcasia[2] ·   Artsakh ·   Cipro del Nord ·   Ossezia del Sud[2]

Dipendenze australiane:   Isole Cocos e Keeling ·   Isola di Natale

Dipendenze britanniche: Regno Unito  Akrotiri e Dhekelia[3] ·   Territorio britannico dell'Oceano Indiano

Stati parzialmente asiatici:   Egitto (Sinai) ·   Grecia (Isole dell'Egeo settentrionale, Dodecaneso) ·   Russia (Russia asiatica) ·   Turchia (Turchia asiatica)

  1. Stati generalmente considerati europei sotto il profilo antropico
  2. 2,0 2,1 2,2 2,3 Stato considerato fisicamente interamente asiatico solo da alcune convenzioni geografiche
  3. Stato o dipendenza fisicamente asiatico ma generalmente considerato europeo sotto il profilo antropico
 Bozza: l'articolo rispetta il modello standard e ha almeno una sezione con informazioni utili (anche se di poche righe). Intestazione e piè pagina sono correttamente compilati.