stato dell'Africa Orientale

Gibuti (in arabo جيبوتي e francese Djibouti) è un piccolo stato dell'Africa orientale tra il golfo di Aden e l'imboccatura del mar Rosso, confinante con l'Eritrea a nord, l'Etiopia ad ovest e a sud e con la Somalia a sudest.

Gibuti
Djib 001.JPG
Localizzazione
Gibuti - Localizzazione
Stemma e Bandiera
Gibuti - Stemma
Gibuti - Bandiera
Capitale
Governo
Valuta
Superficie
Abitanti
Lingua
Religione
Elettricità
Prefisso
TLD
Fuso orario
Sito web
Avviso di viaggio! ATTENZIONE: Una lunga disputa sul confine tra Gibuti ed Eritrea rende estremamente pericolosa la regione di confine tra i due paesi. C'è il rischio di banditismo se viaggi fuori dalla capitale.
Avvisi turistici governativi
(Ultimo aggiornamento: settembre 2021)

Da sapereModifica

Cenni geograficiModifica

La penisola araba, e in particolare lo Yemen, è a soli 20 km dalla costa di Gibuti.

La morfologia del territorio è piuttosto irregolare infatti a cime che raggiungono i 2.000 m s.l.m. si alternano profonde depressioni. Nel nord, in corrispondenza con il confine con Etiopia ed Eritrea, si trova Moussa Ali che con i suoi 2063 metri è il rilievo montuoso più alto del paese.

Ci sono dei fiumi, ma non riescono a sfociare in mare a causa del clima caldo e secco che contribuisce al loro prematuro prosciugamento.

I laghi principali del paese sono: il lago Assal e il lago Abbe (condiviso con l'Etiopia).

Quando andareModifica

Il clima del Gibuti è molto caldo, umido e arido, specialmente in estate. Il caldo estivo è tuttavia moderato da una leggera brezza nella città costiera di Gibuti. Da ottobre ad aprile la temperatura è più fresca con pioggia a tratti. I cicloni provenienti dall'oceano Indiano possono creare forti piogge e rapide inondazioni.

Cenni storiciModifica

Intorno all'825 d.C. l'islam si diffuse in una regione all'epoca utilizzata per far pascolare il bestiame da diverse tribù, fra cui gli afar dell'Etiopia orientale e gli issa della Somalia.

La città di Gibuti fu fondata nel 1888 dai francesi duranti il periodo colonialista.

Il 27 giugno 1977, dopo anni di tumulti e sommosse, la Francia concesse a Gibuti l'indipendenza.

Lingue parlateModifica

Oltre alle lingue ufficiali, è diffuso anche il somalo presso la popolazione degli issa, la lingua afar parlata dall'omonimo popolo.


Territori e mete turisticheModifica

Lo stato del Gibuti è diviso in cinque regioni amministrative più la capitale che gode di uno status autonomo. Queste regioni sono a loro volta divise in 11 distretti.

      Gibuti — Data la sua piccola estensione, il Gibuti può essere considerato come un'unica inscindibile regione.

Centri urbaniModifica

  • Gibuti — La capitale e la più grande città.
  • Ali Sabieh — Capoluogo dell'omonima regione.
  • Dikhil — Capoluogo dell'omonima regione.
  • Obock — Capoluogo dell'omonima regione.
  • Tagiura — Capoluogo dell'omonima regione.
 
Una spiaggia in Gibuti

Altre destinazioniModifica

  • Lago Abhe — Sul confine etiope. Utilizzato come scenografia del film "Il pianeta delle scimmie".
  • Lago Assal — Il punto più profondo del continente africano: (157m sotto il livello del mare) e il lago più salato al di fuori dell'Antarctica.
  • Isola Maskali
  • Isola Moucha


Come arrivareModifica

 
In verde i Paesi che possono ottenere il visto all'arrivo e in grigio quelli che devono chiederlo in anticipo

Requisiti d'ingressoModifica

I cittadini di Siria, Yemen, Francia e India per ottenere il VISA per Gibuti, devono recarsi presso l'ambasciata di francese più vicina ove quella di Gibuti non sia disponibile (in Italia ad i consolati francesi si trovano a Milano, Torino e Napoli), portare 3 fototessere, il passaporto e il modulo compilato. Tempo di ottenimento 3 giorni. Tutti gli altri Paesi possono ottenere un visto all'arrivo nei porti marittimi o aerei. Qualora si entrasse via terra, si dovrà comunque ottenere il visto in anticipo. I visti possono essere ottenuti dai paesi vicini (e.g. l'ambasciata ad Addis Abeba rilascia il visto in un giorno). I tipi di visto includono: Ingresso (visa de séjour); Turistico (visa de tourisme); Affari (visa d’affaires); e Transito (visa de transit).

In aereoModifica

 
Percorso ferroviario da Addis Abeba a Gibuti

L'aeroporto internazionale di Gibuti-Ambouli (JIB), grazie a voli che fanno scalo a Dubai è il principale punto d'accesso del paese.

In naveModifica

Ci sono frequenti traghetti che collegano il porto di Gibuti allo Yemen.

In trenoModifica

L'unico collegamento esistente è quello con Addis Abeba in Etiopia ma negli ultimi anni sembra essersi interrotto. Per maggiori informazioni consultare questo link (in lingua inglese).


Come spostarsiModifica

In autoModifica

Nel 1996 si contava un totale di 2.890 km di strade pubbliche, ma poco più del 10% erano asfaltate.

In trenoModifica

Nel 1995 si contava poco più di 100 km di linee ferroviarie.

In autobusModifica

Nella capitale, ed in poche altre zone abitate, operano aziende pubbliche e private che gestiscono i trasporti urbani, suburbani ed interurbani esercitati con autobus.

Cosa vedereModifica

  • Lago Assal. Con 150 m sotto il livello del mare è il terzo punto più basso della Terra. Avrete bisogno di noleggiare una macchina o chiedere a qualcuno che vive a Gibuti di guidarvi lì. Aspettatevi un bel problema: le strade al di fuori della capitale sono distrutte dal traffico dei camion che transitano tra Gibuti ed Etiopia.


Cosa fareModifica

  • Immersioni subacquee — Malgrado l'arido paesaggio del paese, nei fondali lungo la costa ci sono scogliere che richiamano ogni sorta di fauna sottomarina.


Valuta e acquistiModifica

La valuta nazionale è il Franco gibutiano (DJF). Qui di seguito i link per conoscere l'attuale cambio con le principali monete mondiali:

(EN) Con Google Finance: AUD CAD CHF EUR GBP HKD JPY USD
Con Yahoo! Finance: AUD CAD CHF EUR GBP HKD JPY USD
(EN) Con XE.com: AUD CAD CHF EUR GBP HKD JPY USD
(EN) Con OANDA.com: AUD CAD CHF EUR GBP HKD JPY USD


A tavolaModifica


Infrastrutture turisticheModifica

 
Bungalow nell'Isola Moucha


Eventi e festeModifica

Festività nazionaliModifica

Data Festività Note
1 gennaio Capodanno Festività internazionale
1 maggio Festa dei lavoratori Festività internazionale
27 giugno Festa dell'indipendenza Indipendenza dalla Francia (1977)
25 dicembre Natale Festività cristiana che segna la nascita di Cristo
1 muharram Ras as-Sana Festività musulmana che segna l'inizio del nuovo anno islamico
12 rabi' al-awwal Mawlid Festività musulmana che segna la nascita del profeta Maometto
27 Rajab Isra' e Mi'raj Festività musulmana che segna l'ascensione di Maometto
1 shawwal Id al-fitr Festività musulmana che segna la fine del Ramadan
10 dhul-hijja Id Al Adha Festività musulmana del sacrificio o del montone detta anche Id El Kabir (grande festa)


SicurezzaModifica

Prima di intraprendere il viaggio consultare il sito Viaggiare sicuri della Farnesina.

Siccità, cicloni e terremoti sono rischi naturali in cui ci si può imbattere durante la permanenza nel paese. Al di fuori della capitale si aggiunge anche il pericolo del banditismo.

Situazione sanitariaModifica

Il 3% della popolazione è affetto dal virus dell'HIV (AIDS). Una percentuale bassa rispetto ad altri paesi africani che non va però sottovalutata.

Rispettare le usanzeModifica

Ramadan

Il Ramadan è il nono e il più sacro mese del calendario islamico e dura 29-30 giorni. I musulmani digiunano ogni giorno per tutta la sua durata e la maggior parte dei ristoranti resterà chiusa fino al crepuscolo. Niente (compresa l'acqua e sigarette) dovrebbe passare attraverso le labbra dall'alba al tramonto. Gli stranieri e i viaggiatori sono esentati, ma dovrebbero comunque astenersi dal mangiare o bere in pubblico in quanto considerato maleducato. Le ore di lavoro diminuiscono anche nel mondo aziendale. Le date esatte del Ramadan dipendono da osservazioni astronomiche locali e possono variare da Paese a Paese. Il Ramadan si conclude con la festa di Eid al-Fitr, che può durare diversi giorni, di solito tre nella maggior parte dei Paesi.

  • 2 aprile – 1 maggio 2022 (1443 AH)
  • 23 marzo – 20 aprile 2023 (1444 AH)
  • 11 marzo – 9 aprile 2024 (1445 AH)
  • 1 marzo – 29 marzo 2025 (1446 AH)

Se avete in programma di viaggiare in Gibuti durante il Ramadan, prendere in considerazione la lettura dell'articolo Viaggiare durante il Ramadan.

Essendo una nazione in prevalenza musulmana, vanno rispettati i codici di condotta prescritti da tale religione. È sconveniente indossare pantaloncini al di fuori dell'albergo, spiagge o impianti sportivi.

Come restare in contattoModifica


Altri progetti


Stati dell'Africa

  Algeria ·   Angola ·   Benin ·   Botswana ·   Burkina Faso ·   Burundi ·   Camerun ·   Capo Verde ·   Ciad ·   Comore ·   Costa d'Avorio ·   Egitto ·   Eritrea ·   eSwatini ·   Etiopia ·   Gabon ·   Gambia ·   Ghana ·   Gibuti ·   Guinea ·   Guinea-Bissau ·   Guinea Equatoriale ·   Kenya ·   Lesotho ·   Liberia ·   Libia ·   Madagascar ·   Malawi ·   Mali ·   Marocco ·   Mauritania ·   Mauritius ·   Mozambico ·   Namibia ·   Niger ·   Nigeria ·   Repubblica Centrafricana ·   Repubblica del Congo ·   Repubblica Democratica del Congo ·   Ruanda ·   São Tomé e Príncipe ·   Senegal ·   Seychelles ·   Sierra Leone ·   Somalia ·   Sudafrica ·   Sudan ·   Sudan del Sud ·   Tanzania ·   Togo ·   Tunisia ·   Uganda ·   Zambia ·   Zimbabwe

Stati de facto indipendenti:   Somaliland

Territori con status indefinito:   Sahara Occidentale

Dipendenze francesi: Francia  Mayotte ·   La Riunione · Francia  Isole Sparse dell'oceano Indiano

Dipendenze britanniche: Saint Helena  Sant'Elena, Ascensione e Tristan da Cunha

Territori africani italiani: Italia  Lampedusa · ITA  Lampione

Territori africani portoghesi:   Madera (Portogallo  Isole Selvagge)

Territori africani spagnoli:   Ceuta ·   Isole Canarie ·   Melilla · Spagna  Plazas de soberanía (Chafarinas · Peñón de Alhucemas · Peñón de Vélez de la Gomera · Perejil)

Territori africani yemeniti: Yemen  Socotra

 Bozza: l'articolo rispetta il modello standard e ha almeno una sezione con informazioni utili (anche se di poche righe). Intestazione e piè pagina sono correttamente compilati.