ex regione amministrativa francese

Piccardia
Cattedrale di Amiens
Localizzazione
Piccardia - Localizzazione
Stemma
Piccardia - Stemma
Stato
Capoluogo
Superficie
Abitanti
Sito del turismo
Sito istituzionale

Piccardia (Picardie) è una delle regioni della Francia, tristemente nota per il ruolo chiave che rivestì durante la prima guerra mondiale, ospitando oggi un gran numero di cimiteri e memoriali.

Da sapereModifica

Il termine Piccardia apparve nel 1248, come derivazione dalla parola "picard", vale a dire "piocheur", "scavatore". I parigini chiamavano "scavatori" tutti gli agricoltori che vivevano a nord della zona ricoperta da foreste del Senlisis e del Valois (dove i paesani erano boscaioli), e a nord venivano chiamati "Picard" tutti quelli che non parlavano fiammingo. Arras, Boulogne-sur-Mer, Calais, Tournai erano città "piccarde"; i loro studenti formarono a Parigi e a Orléans la "Nazione Piccarda".

Cenni geograficiModifica

Il territorio della regione confina con quello del Nord-Passo di Calais a nord, della Champagne-Ardenne a est, dell'Île-de-France a sud e dell'Alta Normandia a ovest, oltre che con il Belgio (Vallonia) a nordest. Le coste nordoccidentali sono bagnate dal canale della Manica.

Cenni storiciModifica

Parte della Gallia Belgica e abitata in origine da diverse popolazioni celtiche, tra i quali gli ambiani, dai quali deriverebbe il nome di Amiens, la Piccardia entrò nel Regno di Francia con il trattato di Verdun dell'843. La Piccardia storica, in realtà, corrispondeva solo in parte agli attuali confini amministrativi della regione. L'attuale dipartimento della Somme, il nord dell'Aisne ed anche il dipartimento di Pas-de-Calais (Boulonais), oggi nella regione Nord-Pas-de-Calais, costituivano la Piccardia. Al contrario la parte meridionale del dipartimento dell'Aisne, così come la maggior parte del territorio dell'Oise, facevano parte della provincia dell'Île-de-France. Fino al 1667 la Piccardia rappresentava il confine settentrionale del Regno di Francia. In quell'anno i francesi conquistarono Lille. Vista la sua posizione geografica la Piccardia fu al centro di tragici scontri militari durante la Prima e la Seconda Guerra Mondiale.

Lingue parlateModifica

Oltre al francese, nella regione, fatta eccezione per il sud, è diffusa una lingua regionale, il piccardo, lingua neolatina parlata anche in gran parte del Nord-Pas-de-Calais e anche in Belgio, nell'Hainaut, dove ha avuto un riconoscimento ufficiale della Communauté française de Belgique.


Territori e mete turisticheModifica

È composta da 3 dipartimenti:

      Aisne
      Oise
      Somme

Centri urbaniModifica

  • Amiens  Capoluogo della regione, famosa per la cattedrale gotica più grande di Francia.
  • Abbeville — Piccolo porto fluviale sulle rive del fiume Somme.
  • Albert — Comune situato nel dipartimento della Somme, sede di un museo dedicato alla Grande Guerra.
  • Beauvais — Possiede un aeroporto internazionale.
  • Chantilly — Nota per l'omonima crema, il suo castello e i cavalli.
  • Château-Thierry — È sito sulle rive della Marna.
  • Compiègne — Comune situato nel dipartimento dell'Oise.
  • Laon — Capoluogo del dipartimento dell'Aisne.
  • Ribeauville — Piccolissimo comune situato nel dipartimento dell'Aisne.
  • Saint-Quentin — Situato nel dipartimento dell'Oise.
  • Senlis — Situato nel dipartimento dell'Oise.
  • Soissons — È una delle più antiche città della Francia, antica capitale dei Suessioni.
  • Vervins — Situato nel dipartimento dell'Aisne.

Altre destinazioniModifica


Come arrivareModifica

In aereoModifica

Potete arrivare a Beauvais, più precisamente all'aeroporto di Beauvais-Tillé, a 6 km dal centro della città, in autobus dalla Porte Maillot a Parigi. L'autobus non ha orari fissi, ma parte in base ai voli in aeroporto, quindi ci sono partenze abbastanza spesso tra le 6:00 e le 19:00 Dall'aeroporto, ci sono autobus CABARO per Amiens.

Potete anche prendere un volo che arriva all'aeroporto di Parigi-Beauvais. Ci sono voli Ryanair, WizzAir o Blue Air da Alghero, Alicante, Bergamo, Bologna, Bucarest, Budapest, Cagliari, Cluj-Napoca, Dublino, Girona/Barcellona, Katowice, Madrid, Marsiglia, Stoccolma, Pisa, Porto , Praga, Glasgow, Reus, Roma, Shannon, Timisoara, Trapani, Treviso e Varsavia.

In autoModifica

In autostrada, potete prendere la A16 Parigi-Dunkirk, che passa attraverso Beauvais, Amiens e Abbeville. La A1 Parigi-Lille, che attraversa Senlis e Compiègne. La A4 Parigi-Strasburgo, che attraversa Château-Thierry. La A26 Reims-Calais, che attraversa Laon e Saint-Quentin. La A28 Rouen-Abbeville, che attraversa Abbeville. La A29 Amiens-Saint-Quentin, che attraversa Amiens e Saint-Quentin.

In trenoModifica

Si può prendere il treno alla Gare du Nord di Parigi per raggiungere Amiens, Beauvais, Chantilly, Creil, ecc. Da Lille, il TER per Saint-Quentin e Laon. Ci sono diversi treni al giorno per la maggior parte delle città.

Come spostarsiModifica

In autoModifica

Sarebbe meglio avere un'auto per circolare in Piccardia. Anche il car pooling sta crescendo. Le strade o autostrade (A16, A1, A4, A26, A28, A29) sono numerose e di buona qualità. Tuttavia le grandi città (e alcune di medie dimensioni) hanno un buon trasporto urbano.

In naveModifica

In molti luoghi verrà offerto un mezzo di trasporto più originale tramite chiatte.

In trenoModifica

I collegamenti tra determinate città non sono facilitati. Gli assi ferroviari sono quasi tutti orientati nord-sud. È quindi possibile andare in treno da Soissons a Laon, da Saint-Quentin a Laon, da Hirson a Laon, da Beauvais ad Amiens, da Compiègne a Saint-Quentin, da Amiens a Saint-Quentin, da Amiens a Compiègne...

In autobusModifica

Potete anche girare la Piccardia in autobus. L'Oise ha linee di autobus CABARO tra le città. Nell'Aisne c'è il Trans'Bus e nella Somme c'è il Trans'80.

Altri mezziModifica

Verranno proposti anche spostamenti tramite i numerosi allevamenti di cavalli della regione (cavallo, pony, slitte ...) e anche sull'Aisne, l'Oise e i numerosi canali precedentemente destinati al trasporto di materie prime a Parigi (Canal de l'Ourcq ...); e nelle foreste di Retz, Compiègne, Laigue, Saint-Gobain, Halatte, Ermenonville o Chantilly; e in numerosi villaggi turistici in cui abbondano allevamenti di cavalli e pony club.

Cosa vedereModifica


Cosa fareModifica


A tavolaModifica

All'incrocio tra Île-de-France, Champagne, Normandia e Fiandre e con un affaccio marittimo, la Piccardia offre al visitatore una serie di raffinati piatti che prendono in prestito dalle regioni di confine creazioni puramente regionali.

SicurezzaModifica


Altri progetti

  •   Wikipedia contiene una voce riguardante Piccardia
  •   Commons contiene immagini o altri file su Piccardia
  Bozza: l'articolo rispetta il modello standard e ha almeno una sezione con informazioni utili (anche se di poche righe). Intestazione e piè pagina sono correttamente compilati.