città della Spagna in Andalusia

Cordova (Córdoba) è una città dell'Andalusia, capoluogo dell'omonima provincia spagnola.

Cordova
Córdoba
Foto aerea del centro storico
Stemma e Bandiera
Cordova - Stemma
Cordova - Bandiera
Stato
Regione
Altitudine
Superficie
Abitanti
Nome abitanti
Prefisso tel
CAP
Fuso orario
Posizione
Mappa della Spagna
Reddot.svg
Cordova
Sito del turismo
Sito istituzionale

Da sapereModifica


Come orientarsiModifica


Come arrivareModifica

In trenoModifica

  • 37.88913-4.788331 Estación de Córdoba Central, Glorieta de las Tres Culturas, +34 902 432 343. Moderna stazione sulla Avenida de America, dotata di vari servizi come deposito bagagli, wi-fi e un ufficio di informazione turistica con prenotazione alberghi.La stazione è servita da treni ad alta velocità della RENFE provenienti da Madrid-Atocha, Barcellona (5 ore) che continuano poi per Siviglia (45 minuti) o Malaga (50 minuti).

In autobusModifica

  • 37.88951-4.790212 Estación de Autobuses de Córdoba, Avenida de la Libertad (a fianco della stazione ferroviaria), +34 957 40 40 40, . Corse regolari per qualsiasi destinazione dell'Andalusia e della Spagna. Vi operano circa 68 autolinee (Carrera, Alsa, Rafael Ramírez, Secorbus, Socibus, Autotransportes Lopez, Unionbus e Linesur). Da Madrid-Estación Sur partono più di 6 autobus al giorno delle autolinee ALSA e Socibus. La costruzione della stazione degli autobus è opera dell'architetto César Portela vincitore del Premio Nazionale per l'Architettura nel 1999. La stazione è adorna di diverse sculture di Agostino Ibarrola e Sergio Portela. Al suo interno si trovano reperti archeologici di notevole interesse, soprattutto di epoca romana.


Come spostarsiModifica


Cosa vedereModifica

  • 37.879194-4.7797221 Mezquita-catedral de Córdoba. di forma rettangolare e cinta da un alto muro, attualmente Cattedrale di Cordova, è il più importante monumento musulmano di Spagna. La sua costruzione ebbe inizio nel 785 d.C. sotto il regno di ʿAbd al-Raḥmān I sopra la pianta della Basilica di San Vincenzo, poi ampliata da ʿAbd al-Raḥmān II e trasformata da San Ferdinando III nel 1236 in una Cattedrale, con l'aggiunta di una monumentale torre campanaria. L'originale unione della struttura architettonica ed artistica tipica della Moschea con quella della Cattedrale, senza soluzioni di continuità, genera un effetto architettonico strano ed impressionante, che l'ha resa famosa in tutto il mondo. Appare sul conio dei 2 €.    
  • 37.876667-4.7780562 Ponte romano (Puente Romano). Costruito dai romani nei primi anni del I secolo a.C., forse in sostituzione di uno precedente in legno, è stato e per due millenni l'unico ponte cittadino. Restaurato e rinnovato più volte, oggi ha 16 arcate, è lungo 247 metri e largo circa 9 metri. È esclusivamente pedonale dal 2004.    
  • 37.875556-4.7766673 Museo della vita Andalusa (Museo Vivo de Al-Andalus), Calle Puente Romano, +34 957 293 929.   Adulti €4,50, bambini €3.   Ottobre-Aprile 10:00-18:00, Maggio-Settembre 10:00-14:00 e 16:30-20:30. Museo storico allestito nella Torre de la Calahorra che un tempo costituiva l'accesso fortificato alla città.    
  • 37.877222-4.7819444 Alcazar de los Reyes Cristianos, Calle Caballerizas Reales.   Adulti €4,50, studenti 2,25€.   Mar-Ven 8:30-19:30, Sab 9:30-16:30, Dom 9:30-14:30. La residenza del califfo costruita nell'VIII secolo sul luogo di una fortezza d'epoca romana e visigota. Nell'Alcazar soggiornarono i sovrani Isabella e Ferdinando poco dopo la presa della città dopodiché divenne la sede dei tribunali della santa inquisizione. La sua maggiore attrazione è costituita dai lussureggianti giardini.    
  • Calle de las Flores. Una stradina molto turistica con le più belle viste sul campanile della Mezquita.
  • 37.879722-4.7833335 Sinagoga, Calle Judíos.   Mar-Sab 10:00-14:00 e 15:30-17:30, Dom e festivi 10:00-14:00. Una delle poche sinagoghe di Spagna che non sono state trasformate in chiese. La sinagoga di Cordova risale al 1315 e consiste in una piccola sala di preghiera mirabile per i suoi soffitti istoriati in modo elaborato, secondo il più puro stile moresco.    
  • 37.879861-4.7833066 Casa de Sefarad.  
  • Mura cittadine.
  • Plaza del Potro. Una piccola piazza che ha fatto da sfondo ad una delle avventure di Don Chisciotte. Al centro sta una bella fontana con un gruppo scultoreo raffigurante il trionfo di San Rafael'. Sulla piazza si affaccia anche il museo Julio Romero de Torres, un pittore locale.
  • 37.87962-4.782597 Capilla de San Bartolomé, Calle Averroes, +34 957 78 76 44.   €2 (Sab, Dom e festivi), €1,50 (Lun-Ven).   15 settembre – 14 giugno: Mar-Sab 10:30-13:30, 15:30-18:30; Dom 10:30-13:30; Lun 15:30-18:30;. Cappella del XV secolo con belle volte a mosaico in uno stile misto gotico-moresco. La sua amministrazione è affidata all'Università di Cordova.
  • 37.87681-4.779988 Mulino ad acqua Albolafia.   Gratuito. Un mulino con una gigantesca ruota, ricostruzione posteriore di un originale di epoca moresca.
  • 37.8847-4.776399 Templo Romano, Calle Claudio Marcelo. Rovine di un tempio romano del I secolo d.C. Molti frammenti scultorei sono stati trasferiti al locale museo archeologico.    
  • 37.882028-4.77830610 Museo Arqueológico, Plaza Jerónimo Páez, 7, +34 957 35 55 17.   Ingresso libero.   16 settembre-15 giugno: Mar-Sab 09:00-19:30 Dom e festivi 09:00-15:30; 16 giugno-15 settembre: Mar-Sab 09:00-15:30; Lun chiuso. Piccolo museo con collezioni del periodo preistorico, romano islamico e medievale. Il museo è stato costruito sul luogo dell'anfiteatro romano le cui rovine sono parzialmente visibili.  
  • Calleja del Pañuelo, Calleja del Pañuelo. Pittoresco vicolo di soli 72 cm di larghezza che confluisce in una altrettanto pittoresca piazzetta in stile moresco con al suo centro una fontana. Molto fotografata da turisti di passaggio.


Eventi e festeModifica

 
Batalla de las flores 2016
  • Carnevale. Sempre più spettatori al Carnaval de Córdoba che inizia con il tradizionale Gala del Sultán y la Sultana che si svolge sul Bulevar del Gran Capitán, all'altezza del Gran Teatro.
  • Semana Santa. Dalla domenica delle Palme alla domenica della Resurrezione, le strade di Cordova sono tutte un susseguirsi di processioni che ripropongono le diverse stazioni della via Crucis. Cordova annovera circa 37 confraternite pasquali.    
  • Batalla de las Flores.   Maggio. Corteo di carrozze con dispiego di fiori, per lo più gladioli. Avviene il primo maggio e segna l'apertura del maggio di Cordova.
  • Las Cruces.   Maggio. Festa durante la quale si collocano in vari punti del centro croci da uno a tre metri di altezza interamente ricoperte di fiori. Vengono offerte piatti e bevande locali.
  • Festival dei cortili (Festival de los Patios). Festa durante la quale i partecipanti aprono gratuitamente i loro cortili, decorati di fiori e siepi, affinché possano essere visitati negli orari stabiliti. Si tratta di una festa così caratteristica da essere stata dichiarata Patrimonio immateriale dell'umanità dall'Unesco nel 2012. Il festival è suddiviso in due categorie: architettura antica e architettura moderna. Negli ultimi anni, fino a 50 patios hanno partecipato al concorso, che è completato da un programma educativo organizzato dal comune di Cordova, per far conoscere agli studenti l'architettura della città e stimolare a preservarla. La festa si conclude con una verbena in Calle San Basilio, con musica e balli.
  • Fiesta de la La Cata.   Maggio. Festa durante la quale le bodegas fanno a gara per offrire il vino migliore.
  • Feria de Córdoba (Feria de Nuestra Señora de la Salud). La festa patronale che conclude il maggio di Cordova è anche la più attesa: danze di flamenco accompagnate da simposi e allegri convivi per le strade del centro  
  • La Noche Blanca del Flamenco.   Giugno.
  • Festival Internazionale della Chitarra.   Luglio. Per due settimane Cordova diviene la capitale mondiale della chitarra. Concerti tenuti da bande e solisti affermati del Jazz, Blues, Chitarra classica e naturalmente Flamenco.


Cosa fareModifica


AcquistiModifica


Come divertirsiModifica


Dove mangiareModifica


Dove alloggiareModifica


SicurezzaModifica


Come restare in contattoModifica


Nei dintorniModifica

Informazioni utiliModifica


Altri progetti

 Bozza: l'articolo rispetta il modello standard e ha almeno una sezione con informazioni utili (anche se di poche righe). Intestazione e piè pagina sono correttamente compilati.