Asia > Sud-est asiatico > Birmania > Birmania orientale

Birmania orientale
Taunggyi city
Stato

Birmania orientale è una regione della Birmania.

Da sapereModifica

Cenni geograficiModifica

Il fiume Mekong segna il confine tra lo Stato Shan e il Laos. Questa regione di confine è generalmente conosciuto come il Triangolo d'Oro, anche se l'effettivo Triangolo d'Oro(o Golden Triangle) si trova dove la Birmania, Thailandia e Laos si incontrano sul fiume Mekong. La regione del Triangolo d'Oro fu nota per essere una delle più grandi aree di produzione di oppio nel mondo. La produzione di oppio oggi è minima.

Cultura e tradizioniModifica

Il popolo Shan in Birmania è come il popolo Dai nella provincia cinese dello Yunnan. È uno dei più grandi gruppi di minoranza in Birmania. Hanno combattuto a più riprese con il governo birmano centrale per diversi decenni. Il governo birmano centrale ha firmato accordi di pace con alcune fazioni nello Stato Shan, garantendo a questi gruppi un alto grado di autonomia, compreso il mantenimento di forze armate separate. La situazione politica, tuttavia, rimane relativamente instabile. Esistono molti posti di blocco militari sulle poche strade principali che attraversano la montagna Stato Shan. Ogni check point segna il confine tra un territorio (di solito un distretto speciale o una città) controllata da un esercito diverso. Nel luglio 2005, il funzionario del governo centrale responsabile della negoziazione di tali accordi di pace è stato mandato in prigione per corruzione, un potenziale segnale di un tentativo da parte del governo centrale per reprimere gli eserciti ribelli degli Shan.


Territori e mete turisticheModifica

  • Stato Shan — Ai confini con la Cina, Shan è uno stato in pieno boom economico grazie al commercio e ai traffici con quel potente paese, principale alleato della giunta militare al potere in Birmania. Nella parte orientale del paese si situa la città di Kengtung, all'interno del Triangolo d'oro, un'area dedicata alla coltivazione del papavero da oppio che si estende anche ai paesi confinanti, Laos, Thailandia e Cina. Altra meta turistica è il Lago Inle, dalle acque poco profonde contornato da villaggi su palafitte abitati da genti Intha.
  • Stato Kayah (Stato di Karenni) — Piccolo stato montuoso dove è attiva la lotta armata contro la giunta militare. Non è consentito accedervi

Centri urbaniModifica

  • Heho — Comodo punto di accesso per il Lago Inle.
  • Hsipaw — Città sulla vecchia Strada di Birmania da Mandalay a Lashio.
  • Kengtung (o Cheingtung, Chiang Tung, Kengtong, Kyaingtong)
  • Kyaukme — Situata sulla vecchia Strada di Birmania.
  • Loikaw — Capitale dello Stato Kayah visitabile solo dietro rilascio di permessi erogati dal ministero del turismo ed approvati dal ministero della difesa.
  • Mong La — Una sorta di Las Vegas in Birmania che attira turisti dagli stati confinanti.
  • Mu-se — Posto di frontiera con Ruili nello Yunnan (Cina).
  • Tachileik — Posto di frontiera a Mae Sai a Chiang Rai (Thailandia).
  • Taunggyi — Capitale dello Stato Shan, Taunggyi sta a 1.430 metri di altezza. In epoca coloniale era un'apprezzata stazione climatica, oggi è solo un posto confusionario e caotico.

Altre destinazioniModifica

  • Lago Inle — Lago di acqua dolce situato nelle montagne dello Stato Shan. È il secondo lago in Birmania per estensione.


Come arrivareModifica


Come spostarsiModifica


Cosa vedereModifica

  • Mercato di Kengtung — Il mercato giornaliero della città amministrativa regionale di Kengtung è un complesso tentacolare con una vasta gamma di prodotti, tra cui souvenir per i turisti, anche se non siano molti turisti che bazzicano questi luoghi. Tuttavia il mercato è pieno di residenti locali e di gente della tribù della collina vestite nei loro abiti tradizionali colorati, e monaci e monache buddiste con le loro ciotole. Una visita può occupare una mezza giornata per osservare la gente, lo shopping e la contrattazione (questo mercato è molto più interessante rispetto a quello al confine con Tachileik, dove venditori ambulanti molestano i turisti).
  • Donne giraffa — Un sottogruppo della popolazione Kayan locali, il Padaung, sono famosi per gli anelli che alcune donne indossano al collo. Queste cosiddette "donne giraffa" sono diventati un popolare attrazione turistica nello Stato Shan (c'è chi parla di sfruttamento), attirando turisti e conseguentemente risorse economiche che per la zona sono del tutto non trascurabili.


Cosa fareModifica


A tavolaModifica


SicurezzaModifica



 Bozza: l'articolo rispetta il modello standard e ha almeno una sezione con informazioni utili (anche se di poche righe). Intestazione e piè pagina sono correttamente compilati.